Quanti hanno visitato il mio blog?

martedì 6 settembre 2011

Red Velvet ... che passione!!!

Oggi vi posto una torta che ho realizzato a giugno, quindi anche questa non mostra il passo passo, visto che in quel periodo era ben lontana da me l'idea di aprire un blog ...
La torta di oggi è una delle mie preferite, perchè è soffice soffice e io in genere la mangio anche cosi senza farcitura ... è la RED VELVET!!!
In questo caso è farcita con 5 strati di crema al formaggio, glassata sempre con la crema al formaggio e ricoperta e decorata con la pasta di zucchero ... ma veniamo a noi e alla nostra ricetta!!!

PER LA RED VELVET: 250 g di farina, 1/2 cucchiaino di sale, 2 cucchiaini di cacao, 120 g di burro morbido, 300 g di zucchero, 2 uova, 1 bustina di vanillina, 240 ml di latticello, 1 fialetta di colorante liquido rosso, 1 cucchiaino di aceto bianco, 1 cucchiaino di bicarbonato.

Presiscardate il forno a 170 °C. In una ciotola setacciare e miscelare gli ingredienti solidi (farina, vanillina, sale e cacao). In un'altra ciotola mettere il latticello ed aggiungere il colorante. In una terza ciotola lavorare il burro con una frusta fino ad ottenere una crema, aggiungere lo zucchero e lavorarlo per bene, infine aggiungere un uovo alla volta fino ad ottenere un composto liscio. A questo composto aggiungere poco per volta gli ingredienti solidi e quelli liquidi fino a loro esaurimento per ottenere un composto liscio e morbido. In un bicchiere mettere il bicarbonato, aggiungere l'aceto, lasciare schiumare, versare nell'impasto ed amalgamare bene. Versare in una tortiera e cuocere per 40 minuti.
Una volta sfornata la torta lasciarla raffreddare bene e tagliarla in strati di 1,5 cm circa. Per questa ricetta io ho cotto due red velvet e le ho sovrapposte!!

PER LA CREMA AL FORMAGGIO: 400 ml di panna, 250 g di formaggio da spalmare, 250 g di mascarpone, 1 cucchiaio di estratto di vaniglia, 150 g di zucchero a velo.

Lavorare il formaggio con il mascarpone, aggiungere l'estratto di vaniglia e lo zucchero a velo. Montare la panna ed incorporere anche questa al composto. Mettere il tutto in frigo per almeno un'ora.

Farcire gli strati di red velvet con la crema al formaggio e con la stessa crema glassare la torta. Metterla in frigo per un'oretta prima di ricoprirla con una sfoglia di pdz. Per le decorazioni ho usato sempre pdz colorata e decori e scritta in cioccolato fondente!!

Ed ecco anche una sezione della torta ...

5 commenti:

Linda ha detto...

Ciao Ilaria!Urgente!!Tra le varie ricette di red velvet,otre alla tua, guardavo quella di Rose Levy Berenbaum.L'hai mai provata?Ci sono due cose che mi lasciano perplessa….primo:sono previsti 90gr di albumi, solo i bianchi cioè e niente rossi d’uovo; secondo:servono soltanto 120gr di latticello(per200gr di farina e 200gr di zucchero),mentre di solito di buttermilk ce ne va il doppio.Tu che ne pensi?? Altro consiglio:vorrei mettere tutto l’impasto in un’unica tortiera da 26cm invece che in due,per tagliarla poi in tre dischi e fare quindi due strati.Pensi possa andare?mi serviranno sempre 40minuti di cottura? Aspetto delucidazioni! Grazie.Domani vorrei mettermi all’opera!

sempre Linda ha detto...

Emm, scusa ho fatto un po’ di confusione coi diametri.Volevo dire:vorrei usare un solo stampo da 22 cm di diamentro(poi taglairlo in tre dischi e fare due strati di ripieno quindi).Pensi sia fattibile?Quanto mi consigli di cuocerla?

Ilaria ha detto...

Ciao Linda ... è sempre bello ricevere nuove notizie ... allora vediamo un pò ... io la ricetta di Rose Levy Berenbaum non l'ho mai provata, anche se in realtà ultimamente sto provando nuove ricette della red velvet, ma finora resto sempre fedele alla mia ricetta pubblicata proprio in questo post ... più che altro sto lavorando sulle proporzioni tra colorante e cacao per ottenere la gradazione di rosso che deisidero :) Cmq per quanto riguarda lo stampo unico da dividere in tre strati ... puoi provare anche se calcola che la red velvet è molto soffice, quindi se pensi di volerla tagliare in tre strati calcola di farla riposare almeno una giornata prima d tagliarla ... io in genere ho sempre cotto l'impasto in due stampi e poi ogni torta l'ho tagliata a metà in modo da avere 4 dischi e tre strati di farcitura ... per quanto riguarda la cottura io direi almeno 50 minuti però credo che dovrai fare la prova stuzzicadente per esserne sicura e non perderla mai d'occhio ... però credo che il miglior modo sia sperimentare ... quindi aspetto di sapere come va ... un bacio e spero di non aver dimenticato nulla :)

Ilaria ha detto...

Ciao Linda ... è sempre bello ricevere nuove notizie ... allora vediamo un pò ... io la ricetta di Rose Levy Berenbaum non l'ho mai provata, anche se in realtà ultimamente sto provando nuove ricette della red velvet, ma finora resto sempre fedele alla mia ricetta pubblicata proprio in questo post ... più che altro sto lavorando sulle proporzioni tra colorante e cacao per ottenere la gradazione di rosso che deisidero :) Cmq per quanto riguarda lo stampo unico da dividere in tre strati ... puoi provare anche se calcola che la red velvet è molto soffice, quindi se pensi di volerla tagliare in tre strati calcola di farla riposare almeno una giornata prima d tagliarla ... io in genere ho sempre cotto l'impasto in due stampi e poi ogni torta l'ho tagliata a metà in modo da avere 4 dischi e tre strati di farcitura ... per quanto riguarda la cottura io direi almeno 50 minuti però credo che dovrai fare la prova stuzzicadente per esserne sicura e non perderla mai d'occhio ... però credo che il miglior modo sia sperimentare ... quindi aspetto di sapere come va ... un bacio e spero di non aver dimenticato nulla :)

Linda ha detto...

Ciao!Allora...ho preparato la torta con la ricetta che ti dicevo,è venuta squisita,magari provala anche tu e vedi se ti piace. L'unica cosa è che era solo vagamente rossa,non so perchè non era un bel rosso fuoco il mio impasto:ho messo poco cacao,solo un cucchiaino e tanto colorante,addirittura 3 fialette di quello liquido da poco del supermarcato e poi anche un cucchiaio di quello in gel della marca più famosa e professionale,ma niente,solo un timido rossino. Perchè???